HOME L'AZIENDA SERVIZI ITINERARIO CONTATTI DICONO DI NOI  
La Voce sulle onoranze funebri San Gaudenzo, la prima cremazione a Rimini

Boom di cremazioni, il tempio è attivo.
Stop alle trasferte. Il primo feretro accolto mercoledì. Vittori, agenzia funebre San Gaudenzo: "Richieste in aumento, nell'ordine 40/50%"

Le sempre più numerose famiglie che scelgono la cremazione per i propri cari defunti, non saranno più costrette a trasferire in quel di Cesena, Faenza o Ravenna. Il tempio crematorio realizzato al cimitero monumentale di Rimini, è entrato in funzione. A tre mesi dalla conclusione dei lavori, completato il necessario collaudo, l'impianto è finalmente attivo. "Si tratta di un'opera importante per la città, oltre che un servizio particolarmnete atteso", conferma Andrea Vittori, titolare dell'agenzia di onoranze funebri San Gaudenzo, che giusto mercoledì si è occupata della consegna del primo feretro.


"La percentuale di richieste di cremazioni, rispetto alla sepoltura tradizionale, è in costante crescita. Siamo ormai nell'ordine del 40-50%, considerando che su dieci funerali, le famiglie che optano per questa alternativa, sono ormai 4-5". Tra l'altro, senza più alcuna distinzione di età. "Fino a qualche tempo fa, soprattutto tra le persone più anziane, c'era una certa contrarietà, per formazione e cultura. Oggi, invece, diventa difficile pesare differenze tra giovani o novantenni, donne e uomini". Nel frattempo, la pratica è stata accettata anche dalla Chiesa, rimasta però critica sia sulla conservazione delle ceneri in un luogo diverso dal cimitero, pur sempre un punto di riferimento con la sua sacralità, dove poter esprimere il dolore della perdita, sia sulla loro dispersione. Pratiche che, per l'orientamento cattolico, finirebbero per estinguere anzitempo il ricordo dei morti. "Noi offriamo un servizio e di fronte ad esplicite richieste da parte delle famiglie, ovviamente, ci siamo dovuti organizzare. - allarga le braccia Vittori -Tra l'altro, conservare le ceneri in casa, è una scelta sempre più diffusa, anche perchè in Emilia Romagna, a differenza di altre regioni, è tecnicamente possibile. Pur nel rispetto di certe prescrizioni. Ma in tanti ci chiedono anche la loro dispersione in campagna, in un fiume, soprattutto in mare. Procedura, quest'ultima, per cui vanno seguite precise direttive. Durante la stagione balneare, ad esempio, non è possibile. Se ne riparla dal primo ottobre".
Ma quanto costa una cremazione? 484€ più iva (379€ più iva, in caso di resti mortali) è la tariffa concordata tra amministrazione e il gestore del servizio (la Ser.Cim. di Bologna). Escluso tutto il servizio accessorio dell'agenzia di onoranze funebri. In caso di conservazione dell'urna cineraria al cimitero, va poi aggiunto il canone per una concessione di 99 anni,

"LA VOCE" 23/07/2016



Onoranze Funebri SAN GAUDENZO di Rimini - via Lagomaggio 35/b - TEL: 0541 307170 - CEL: 338 2903221
sangaudenzo.com